giovedì 8 settembre 2016

Recensione de L'amante mitteleuropeo su La mia biblioteca romantica

Sul blog La mia biblioteca romantica, è uscita la prima recensione de L'amante mitteleuropeo e devo ringraziare Lady Romantica per le sue belle parole. Sono particolarmente contenta perché sono venute fuori le cose a cui tenevo e che temevo non fossero così comprensibili a un lettore terzo, così come lo sono a me, che conosco tutte le risposte.

Lady Romantica sottolinea cose per me importanti: "Quel che mi ha colpito maggiormente di questo romanzo è che non si tratta del solito erotico. Sebbene i personaggi sembrino rispettare tutti i cliché del caso: lui il classico uomo potente e bellissimo – addirittura un principe – lei un'affascinante giovane donna; in realtà le cose non sono come appaiono. La differenza sta nel modo di agire e pensare dei personaggi. Axel, per esempio, non è il comune dominatore che si prende una sbandata per la bella di turno e non riesce più a farne a meno. È piuttosto un uomo schiacciato dal peso delle responsabilità, un dongiovanni che continua a intrattenere relazioni con altre donne, per sfuggire a un matrimonio che non lo soddisfa più, e neppure l’incontro con la bella Ale lo distoglierà dalle facili avventure".
La mia idea era infatti utilizzare i classici protagonisti dei romanzi erotici, dandogli però altri modelli di comportamento. Sin dalla prima stesura, ho avuto il dubbio che quello che a me piaceva potesse essere un problema per le lettrici: a me attirava tantissimo raccontare l'amore di un uomo sposato per un'altra donna. Ma temevo che questa scelta mettesse in cattiva luce la protagonista, a prescindere. Poi mi sono detta che situazioni di questo tipo sono piuttosto comuni e basta seguire la vicenda per avere un atteggiamento più comprensivo sulle ragioni dei due protagonisti.

Lady Romantica scrive: "Quello che forse mi ha disturbata un po' è che entrambi i personaggi mantengono le proprie vite più o meno come prima, per buona parte del libro, uscendo con altri e dando l'impressione di non tenere sufficientemente l'uno all'altra. Fondamentalmente posseggo un animo romantico e questo particolare mi ha fatto storcere il naso in più di un'occasione, sebbene mi renda conto del fatto che personaggi di questo tipo sono senz'altro realistici e credibili, sicuramente più di quelli a cui siamo abituate. Tuttavia, in un romance le lettrici vogliono anche sognare, e farlo alla grande".
Ha ragione. Ale e io non abbiamo niente in comune, ma entrambe manchiamo di romanticismo nel senso classico: a me piace sognare e mi piacciono gli amori complicati, credo tantissimo nel latino Omnia vincit amor (L'amore vince tutto), ma non mi piacciono le cose 'urlate', 'dichiarate', 'sdolcinate'. Insomma, il sogno che c'è quasi sempre nei romance in genere mi annoia perché lo trovo sdolcinato (ovviamente non è sempre così e ci sono romanzi che mi sono piaciuti tantissimo), per cui ho cercato protagonisti diversi, che rispondessero in qualche modo alla mia idea di romanticismo.

E sono contenta che anche Lady Romantica abbia trovato una chiave di lettura: "Comunque, anche chi cerca la storia d'amore coi fiocchi non resterà a lungo deluso. C'è all'interno del romanzo una crescita personale dei personaggi: la loro storia va avanti, si rafforza, e Ale e Axel maturano e cambiano progressivamente punti di vista e preconcetti". E' esattamente quello che cercavo: un amore che maturasse e spingesse nel tempo i due protagonisti a farsi domande e a scoprire nuovi punti di vista, per arrivare a essere irrinunciabili l'uno per l'altra. "Ho notato che anche la sessualità di Axel e Ale cresce col tempo; all'inizio i loro amplessi sono appena accennati, ma diventano più fantasiosi e ricchi di particolari mano a mano che la coppia consolida il legame che li unisce." Questa è una delle cose che ho cercato di più e sono contenta che sia leggibile e comprensibile.

"Tutto ruota intorno ai protagonisti, e questo a mio parere è un po' un limite. Il rischio è quello di far cadere chi legge nella noia. L'unico vero conflitto, oltre alle numerose liti di gelosia, è il timore della coppia di essere scoperta. Ed è forse questo che spinge il lettore a proseguire la lettura, per scoprire come va a finire, anche se non è sufficiente a tenere sempre viva l'attenzione" Sì, la storia ruota intorno ai protagonisti, soprattutto perché è una storia d'amore extraconiugale di cui tutti ignorano l'esistenza; introdurre altri personaggi 'stabili', che non avrebbero potuto sapere niente del principale argomento del libro, secondo me avrebbe sviato l'attenzione e non avrebbe arricchito la trama. Ma grazie per l'osservazione, un punto di vista molto utile!

"L'unica cosa che mi ha lasciata un po' con l'amaro in bocca è il finale che sembra troncato. Uno pensa che ci sia un altro capitolo dopo, invece si trova davanti l'indice e un grosso punto interrogativo nella testa: "Ma come? Finisce così?"" Il finale ha sorpreso anche altre persone, so, quindi, che non lascia indifferenti. Ma l'avevo chiaro sin dall'inizio: sapevo fino a che punto avrei raccontato la storia di Ale e del suo amante mitteleuropeo e dopo la stesura dei primi capitoli sapevo anche con quale frase lo avrei terminato. A me piace perché non ha le classiche frasi finali da "per sempre" più o meno dichiarato, perché non credo nei "per sempre" dichiarati (nel libro Axel dice una delle frasi a cui tengo di più: "Tu hai la capacità di dire formidabili ti amo senza dirlo mai", ecco, credo più in questo). Penso che sia chiaro cosa stia succedendo e credo che lasci tutto lo spazio necessario per continuare a sognare. Sarà bello conoscere gli altri pareri sull'argomento!

"Per quanto riguarda la narrazione, a parte alcune imperfezioni che rivelano che l'autrice è un'esordiente, devo dire che lo stile è buono. Molto buono. Linguaggio scorrevole, ottimi dialoghi, buone descrizioni mai eccessive". Grazie a Lady Romantica per questo e anche per avermi poi chiarito in privato cosa considera imperfezione.

"A ogni modo la storia di Ale e Axel non mi è dispiaciuta. È stata una piacevole lettura, originale e con personaggi a cui non è difficile affezionarsi, perché molto ben tratteggiati. Indubbiamente mi sento di consigliarla, non solo alle amanti degli erotici, ma anche a chi sa apprezzare le storie d'amore un po' travagliate". Grazie, sono contenta!

La recensione completa di Lady Romantica è su bibliotecaromantica.blogspot.it







"Entri tu in una stanza e non ce n'è più per nessuna, io vedo solo te" - Axel
"Sei tu che mi ispiri, non sai quante idee mi fai venire tutte le volte che ti vedo" - Ale

Nessun commento:

Posta un commento