giovedì 16 giugno 2016

L'amante mitteleuropeo: il sentire che Ale non sottomette al diritto

- Non mi credi? Nessuno mi importa quanto mi importi tu, è questo il problema-
-Anche se non ti credessi, Ale, non avrei il diritto di dirti niente-
-Perché secondo te il diritto precede i sentimenti?- gli chiedo, perché inizia a esasperarmi quanto la sua idea di diritto lo blocchi nelle sue reazioni.
-Non lo pensi?-
-Non credo che c'entri: il sentire è un privilegio che non sottometto a niente- gli dico -E smettila di rispondermi con delle domande, sul serio!-
Lui sorride: -Sei pericolosa!- mi dice, per prendermi in giro e per cambiare argomento

Questo frammento di dialogo tra Axel e Ale è una delle mie parti preferite de L'amante mitteleuropeo. Tutto il dialogo è stata anche una delle scene più difficili da scrivere. Avevo chiaro il finale sin dall'inizio della costruzione della scena, ma riuscire a tradurre in dialogo tutto quello che Axel e Ale dovevano dirsi, mantenendo un linguaggio colloquiale, è stato piuttosto complicato. Penso sia una delle scene che ho riscritto più volte, prima di arrivare a un dialogo fluido, in cui entrambi si confessassero amore e impotenza. 

Siamo in un momento cruciale. Ale sente che la sua carriera sportiva volge al termine, sebbene le permetta di giocare sempre ai massimi livelli: come dice lei, avere 28 o 22 anni nel tennis non è la stessa cosa, essendo diverse le prospettive, nonostante si sia sempre nella Top Ten delle classifiche. Inizia a interrogarsi sul futuro che l'aspetta dopo lo sport e capisce che in quel futuro non c'è spazio per Axel. Al suo principe innamorato chiede un atto di coraggio che lui non può compiere, non solo per evitare scandali al suo Principato, ma anche per convinzioni intime e per ambizioni personali: se stai tutta la vita a imparare, ad ascoltare e a tacere, poi vuoi anche che arrivi il tuo momento e vuoi fare le cose a modo tuo, come dice Axel, spiegandole le sue ragioni. 

Come affronteranno questo momento inevitabile in un'avventura di sesso che è diventata amore? Bisogna leggere L'amante mitteleuropeo, ovviamente! Ma posso dire che questo passaggio, sulla concezione del diritto e del sentire è cruciale e a me piace molto l'idea del sentire di Ale, anche se capisco quella di diritto di Axel. Entrambe tornano spesso nelle pagine di L'amante mitteleuropeo



Amazon - https://www.amazon.it/Lamante-mitteleuropeo-Ale-X-ebook/dp/B01G1106YQ/
LaFeltrinelli - http://www.lafeltrinelli.it/ebook/xale/l-amante-mitteleuropeo/9786050443493
ebook.it - https://www.ebook.it/narrativa/127078-lamante_mitteleuropeo-9786050443493.html
Mondadori - http://www.mondadoristore.it/L-amante-mitteleuropeo-Ale-X/eai978605044349



"Entri tu in una stanza e non ce n'è più per nessuna, io vedo solo te" - Axel
"Sei tu che mi ispiri, non sai quante idee mi fai venire tutte le volte che ti vedo" - Ale

Nessun commento:

Posta un commento