giovedì 28 aprile 2016

L'amante mitteleuropeo: una masseria, in Puglia

La storia di Axel e Ale si muove tra varie località d'Europa e del mondo, non sempre famose, non sempre turistiche. "Dite la cittadina più inimmaginabile, che neanche si trova sull'atlante, tra i Sudeti e il Mediterraneo: io ci sono stata con Axel Horzburg, principe ereditario del Wilhemstein" dice Ale, a mo' di presentazione, nel primo capitolo.

Tra i luoghi che maggiormente ritornano nella loro storia d'amore, c'è la masseria che lei possiede in Puglia. Come spiega nel libro, l'ha comprata con i suoi primi guadagni da tennista e lì si rifugia quando vuole stare lontana dall'attenzione dei media. Perché una giovane donna svedese, con madre italiana nata in Emilia, si compra una masseria in Puglia? Perché, come tutti i nordici, ama il sole, la luce e il calore del Mediterraneo. Perché voleva un posto lontano dall'attenzione dei media, in cui sentirsi libera di muoversi e di riflettere, senza l'attenzione ossessiva di paparazzi e di fans. 

Per trovare questo posto avevo due possibilità: l'Andalusia o l'Italia meridionale. L'Andalusia è risultata troppo periferica rispetto al Wilhemstein, fittiziamente sistemato tra Austria, Repubblica Ceca e Germania: con 3-4 ore di volo, era difficile improvvisare appuntamenti clandestini. Ho optato così per l'Italia meridionale e ho scelto la Puglia, dotata di aeroporti internazionali e di strade veloci, per muoversi facilmente. Scelta la regione, ho approfittato del fenomeno delle masserie, diventate nel giro di pochi decenni un vero e proprio must tra le persone eleganti e ben nate, come qualche tempo fa lo erano le aziende vinicole in Toscana.



Le masserie sono edifici di grande fascino, costruiti intorno al XVI-XVIII secolo, per il controllo e la coltivazione del territorio. Avevano forme architettoniche basate sia sulle esigenze della difesa che su quelle della coltivazione; potevano presentare un grande cortile centrale, intorno al quale sorgevano la casa padronale, le case dei fittavoli e i magazzini; potevano avere una forma a U, che lasciava aperto un lato dell'aia centrale. Spesso avevano facciate di grande gusto, che rispondevano perfettamente all'estetica barocca meridionale. Buona parte delle campagne della Puglia, da Bari in poi, si potrebbe dire, è punteggiata dalla presenza di masserie, che, dagli anni Novanta, sono state trasformate in eleganti alberghi rurali o in aziende agricole moderne ed efficienti. Ci sono vari intellettuali e attori, tra cui la britannica Helen Mirren, che hanno acquistato una masseria e trascorrono le proprie vacanze in Puglia. Così, veri e propri gioiellini dell'architettura rurale nascono a nuova vita e a nuova interpretazione: le nuove masserie generano lavoro, portano i turisti e non tradiscono lo spirito originario, conservando, in modo diverso, la cultura antica della Puglia.

Ale acquista la sua masseria in questo periodo di trasformazione. Ha vent'anni ed è attirata dall'idea di produrre olio e di allevare cavalli, "anche se non avevo la minima idea di come si facesse". E così fa, senza tradire, dunque, il senso della costruzione. La ristruttura rispettando l'impianto originario e ispirandosi alla cultura pugliese. La arreda usando i colori mediterranei, gli oggetti raccolti nei suoi viaggi, i quadri di un fratello che si diletta di pittura, i consigli di Axel. Soprattutto, la fa funzionare come azienda agricola, circondandosi di professionisti locali, che ha voluto fossero "contrattualizzati rispettando tutte le regole e anche meglio". E mi piace che una delle prime cose che afferma, parlando della sua masseria, sia proprio il rispetto per i braccianti che vi lavorano, pagati secondo quanto stabiliscono le leggi "e anche meglio". Ale è nata ricca, in una delle famiglie più importanti del proprio Paese e ha raggiunto una propria autonomia economica dalla famiglia con il successo nel tennis. Ma la sua famiglia le ha trasmesso valori progressisti, difende la giustizia sociale, la solidarietà, il rispetto per chi lavora, attraverso i compensi giusti e corretti. E il miglior modo per manifestare questi valori è pagare adeguatamente chi lavora per e con lei.

La sua masseria ha la forma di una U e un loggiato nella parte centrale della facciata, all'interno della U ci sono giardini e fontane, con palme, siepi di oleandri, rosmarino e mirto; è circondata da uliveti e il panorama è chiuso dalle colline delle Murge e dalla pianura verso il mare: si può immaginare un paesaggio più mediterraneo? Ed è qui, in quest'architettura barocca, adeguatamente ristrutturata, tra i suoni dell'acqua, le siepi di oleandri, le chiacchiere con dipendenti fidati, anche perché rispettati, che Ale e Axel vivono molte ore del loro amore. Anche con passaggi cruciali.

E, che si sappia, prima o poi andrò davvero in Puglia e, in qualche posto imprecisato, tra l'aeroporto di Bari e le Murge, troverò questa masseria speciale.


Amazon - https://www.amazon.it/Lamante-mitteleuropeo-Ale-X-ebook/dp/B01G1106YQ/
LaFeltrinelli - http://www.lafeltrinelli.it/ebook/xale/l-amante-mitteleuropeo/9786050443493
ebook.it - https://www.ebook.it/narrativa/127078-lamante_mitteleuropeo-9786050443493.html
Mondadori - http://www.mondadoristore.it/L-amante-mitteleuropeo-Ale-X/eai978605044349



"Entri tu in una stanza e non ce n'è più per nessuna, io vedo solo te" - Axel
"Sei tu che mi ispiri, non sai quante idee mi fai venire tutte le volte che ti vedo" - Ale


Nessun commento:

Posta un commento